Tiger Rag - Lem56

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tiger Rag

contemporanea > Jazz > Stili
 
 
 
 
 
 

Tigeri Rag

Tiger Rag come molti brani di quel periodo, fu suonato e registrato da più band sia nella stessa era sia in epoche differenti.
Vi propongo il confronto tra le versioni dell'Original Dixieland Jass Band di La Rocca del 1917, quella della New Orleans Rhythm Kings di Roppolo del 1922, quella dei Wolverines di Bix Beiderbecke del 1924 e da ultima la simpatica versione della Goganga Jazz Ramblers, un gruppo semi dilettantistico prodotto del revival dei nostri tempi.

Il confronto ci sarà di grande aiuto per diversi motivi.
Si potrà verificare come una band non suoni solamente il brano ma lo "utlizzi" come una traccia piegandolo alla propria espressività (sound) arrivando, così, a risultati molto diversi.
Allo stesso tempo, per i primi tre casi storici, si potrà verificare il passaggio dalla semplice esecuzione alla moda della "nuova musica" fino ad un esempio di vero jazz maturo.

Per l'ascolto sarebbe meglio usare il software gratuito Audacity (scaricabile all'indirizzo http://audacity.sourceforge.net). In questo modo, dopo aver caricato le diverse vesioni, si potrà passare da un'esecuzione all'altra avendo così l'opportunità di concentrare l'attenzione anche sui passaggi più significativi.

Tiger Rag versione dell'Original Dixieland Jazz Band di La Rocca
La versione di La Rocca, con un fraseggio focalizzato sui continui breaks del clarinetto o del trombone, è la più lunga di quelle storiche ed è tutta concentrata su di un ritmo incalzante di ragtime. L'intento è di essere di supporto al ballo, al cake walk che imperversava in quel periodo. Poco spazio all'improvvisazione, del resto questa avrebbe potuto in qualche modo essere d'ostacolo ai passi di danza?!

Tiger Rag versione della New Orleans Rhythm Kings di Roppolo
Roppolo parte da un assunto diverso. Il giovane clarinettista aveva una grande ammirazione per la musica della band di colore, nella sua versione cerca di avvicinarsi allo stile dell'hot-jazz così il suo clarinetto, dopo l'introduzione polifonica e alcuni breaks, libera un suono e una melodia "calda" (1.14") a cui si sovrappone la cornetta (1.44") con cui giunge al finale.

Tiger Rag versione dei Wolverine di Bix Beiderbecke
I giovani Chigagons eseguono il brano musicale in modo completamente diverso dalle precedenti due versioni. Non si limitano alla ricerca di un ritmo incalzante né cercano di imitare lo stile dei neri, ma lo reinterpretano, lo "usano" ne fanno una propria versione. Si ascolti, in particolare la cornetta di Bix Beiderbecke dopo circa un minuto e come questa si stacchi dai temi consueti del brano e si muova attraverso una fluente melodia dalle sonorità languide. La parte centrale è suonata in gruppo senza breaks, quasi un accompagnamento che al minuto due lascia il posto al finale dove è ancora la cornetta di Bix ad essere protagonista.

Tiger Rag versione della Goganga Jazz Ramblers
Divertimento e passione muovono i componenti della band in questa versione. L'esecuzione, quasi scolastica, manca del genio, del colpo d'ala che può dare il musicista di talento, ma è il segno indiscusso dell'interesse raggiunto, ancora oggi, da queste musiche, evidente anche nel filmato della Midlife Dixieland Jazzband
.

 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu