Mahler - Lem56

Vai ai contenuti

Menu principale:

Mahler

classica > XX° le Avanguardie
 
 
 
 
 
 

Gustav Mahler
(Kalischt, 7 luglio 1860 – Vienna, 18 maggio 1911)

Nasce il 7 luglio 1860 a Kalište, in Boemia, vicino al confine con la Moravia. È il secondo dei 14 figli di Bernhard Mahler e Maria Hermann, piccoli commercianti ebrei che vivono dei proventi di un'osteria. Nello stesso anno della nascita di Gustav, i Mahler si trasferiscono a Jihlava (Iglau).
Fin da piccolo Gustav studia il pianoforte e già all’età di 10 anni dà il suo primo recital di pianoforte a Jihlava. Nel 1875 conosce Julius Epstein, che subito riconosce le doti musicali del giovane e lo accetta come allievo al Conservatorio.
Si iscrive all'Università di Vienna e tra il 1878-79.
Nel 1880 completa Das klagende Lied, presentata nell'anno successivo al Premio Beethoven. Questa composizione sarà bocciata da una commissione della quale fanno parte Eduard Hanslick e il compositore Johannes Brahms.
Mahler inizia la sua carriera di direttore d'orchestra, lavorando prima a Bad Hall, poi a Lubiana, quindi ad Olomouc, dove nel 1883 dirige la Carmen di Bizet. Il successo ottenuto in quell'occasione gli vale l'incarico a Kassel come secondo direttore. Scrive le musiche di scena per il dramma di Scheffel Der Trompeter von Säckingen e i Lieder eines fahrenden Gesellen, nonché gli abbozzi della Prima sinfonia. Nel 1886 lavora a Lipsia come secondo maestro di cappella sotto Arthur Nikisch, che nel 1887 sostituisce temporaneamente. In quella città vive in casa di Carl von Weber, un nipote di Carl Maria von Weber, di cui Mahler completa l'opera incompiuta Die drei Pintos; intanto inizia a comporre i Lieder dal Wunderhorn. Nel 1888 è nominato direttore del Teatro d'Opera di Budapest. Nel 1889 muoiono i suoi genitori e la sua sorella maggiore Leopoldine. In quello stesso anno viene eseguita a Budapest la Prima sinfonia: un insuccesso. Nell’estate del 1890 Mahler compie un lungo viaggio in Italia, in compagnia della sorella Justine. Nel 1891 è direttore dell'Opera di Amburgo e nell’estate del 1892, con il teatro amburghese, fa una rappresentazione di successo a Londra. Dal 1893 fino al 1986 passa il periodo estivo a Steinbach am Attersee, dove fa costruire una “casetta di composizione”, nella quale può svolgere la sua attività di compositore in tutta tranquillità; qui vengono completate la Seconda e la Terza sinfonia, rispettivamente nel 1894 e nel 1896. Le esecuzioni delle sue sinfonie suscitano sempre forti contrasti.
Nel 1897 è nominato direttore dell'opera di Vienna. Inizia il periodo più fervido della sua creazione artistica e il più intenso per i suoi contatti culturali con la Vienna Secessionista. Nel 1901 presenta a Monaco la Quarta sinfonia, terminata nel 1900, con un clamoroso insuccesso. Nel 1902 sposa Alma Schindler, l'anno in cui avviene la prima esecuzione della sua Terza sinfonia, questa volta con successo. In uno chalet in riva al lago del Wörthersee, a Maiernigg, nelle estati che vanno dal 1901 al 1907, Mahler compone la Quinta, Sesta, Settima e Ottava sinfonia, i Rückertlieder e i Kindertotenlieder. Nel 1907 si dimette dal suo incarico all’Opera di Vienna; muore la sua prima figlia, Maria Anna, e gli viene diagnosticata una malattia cardiaca. Nel dicembre dello stesso anno parte per gli Stati Uniti per intraprendere il posto di direttore della Metropolitan Opera a New York.
Durante gli ultimi anni della sua vita, Mahler lavora nei periodi invernali a New York, dove dal 1909 è primo direttore del New York Philharmonic. Negli Stati Uniti la Prima, la Seconda e la Terza sinfonia vengono eseguite con successo, ma, tuttavia, sono ancora considerate controverse. Mahler trascorre le estati in Europa, nella sua residenza estiva a Altschluderbach (vicino a Dobbiaco/Toblach), dove compone nel 1908 Das Lied von der Erde, nel 1909-10 la Nona e nel 1910 la Decima sinfonia (rimasta incompiuta). Durante i suoi soggiorni in Europa Mahler viaggia nel 1908 a Praga (prima esecuzione mondiale della Settima sinfonia), nel 1909 all’Aja e ad Amsterdam (Settima sinfonia) e nel 1910 a Parigi (Seconda sinfonia). Nell’estate del 1910 completa la Nona sinfonia e inizia la Decima, ma il lavoro è interrotto a causa della crisi nel suo matrimonio con Alma e dei preparativi della prima esecuzione mondiale dell’Ottava sinfonia a Monaco, che consegue un immenso successo.
Mahler torna negli Stati Uniti, ma nell’aprile dei 1911 deve rientrare in Europa, ammalato. Torna a Vienna dove il 18 maggio muore. Viene sepolto al cimitero di Grinzing.


 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu