Il ...problema Rock - Lem56

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il ...problema Rock

contemporanea > Rock
 
 
 
 
 
 

Il ...problema Rock

I critici sono persone che non sanno scrivere, intervistano persone che non sanno parlare, per un pubblico che non sa leggere. (F.Zappa)

Secondo il DEUM, (Dizionario Enciclopedico Universale della Musica) che in Italia è il testo principale per il lessico musicale e base di partenza per qualsiasi ricerca musicologica, definisce il rock o pop music (popular music) come un genere che assimila in sé diversi stili rendendo vano il tentativo di definirne gli aspetti. Aggiunge che gli autori/compositori del rock non aiutano a fornire una chiave di lettura, poiché essi stessi, spesso, sono soliti passare da uno stile all’altro anche nello stesso periodo temporale, rendendo difficoltoso catalogare e/o etichettare. (
Non potrebbe essere questa una caratteristica positiva del rock ovvero la capacità esprimersi attraverso forme diverse senza che l’autore si limiti a un unico rigoroso modello formale sigh!).
Questa definizione da parte della Critica Musicale Ufficiale suona come una bocciatura di tutta la musica ascoltata dalla quasi totalità delle persone a partire dalla metà del XX secolo! Troppo semplice, troppo comodo.
Neppure è accettabile liquidare il discorso asserendo che siamo oltremodo vicini, contemporanei e quindi sarebbe meglio rimandare ai posteri il compito di eseguire studi più obiettivi. Ci si dimentica che il tempo, nella nostra contemporaneità non può essere paragonato a quello del passato, a un ottocento o a un settecento questo perché la massa di fatti eventi scoperte ecc. lo rende molto più denso. Potremmo paragonare un anno di oggi ad almeno dieci nel settecento.
Sembra quasi che la Critica Musicale Ufficiale non voglia nemmeno aprire un confronto, non voglia considerare arte la musica Rock (al massimo ne certifica una valenza antropologica).
Certo non tutti i musicisti o non tutte le composizioni della musica rock possono arrivare ad essere considerate arte, non tutto è valido e proprio per questo è sempre più importante darsi delle regole, un indirizzo comune. Questo è valido per ogni epoca storica del resto non possiamo considerare valida tutta la musica strumentale del settecento, si pensi al numero elevato di compositori e di composizioni, oggi pochi di questi autori sono presenti nei concerti.
Perciò se oggi, a distanza di quasi 50 anni, si ascolta ancora Yesterday o Child in time o Dazed and Confused o The Great Gig In The Sky o … forse, mi permetto di dire alla Critica Musicale Ufficiale, forse qualcosa di valido c’è, vediamo di scoprirlo, meglio vediamo di darci un modello per poter classificare, una nomenclatura comune per poter meglio affrontare una discussione un dibattito una ricostruzione.

L’idea fondamentale è di provare a dividere il mondo rock in un numero contenuto di stili differenti. Evitiamo l’errore che alcuni critici e soprattutto i giovani ascoltatori/utilizzatori tendono a fare, cioè suddividere il rock in molti modelli differenti, tanti stili (Scaruffi ne conta più di 200) al punto da rendere pressoché impossibile avviare un serio e attento percorso di studio.
Giustifichiamo i giovani per il forte legame con il presente, non è ammissibile la posizione assunta dai critici. Un atteggiamento che approva centinaia di sfumature non fa altro che impedire una serena ricostruzione musicologica rendendo il rock patria della confusione e non idoneo ad un esame serio. Insomma il rock rimarrebbe, nella storia della musica come opera di serie B, musica popolare, leggera, effimera, legata ad aspetti della vita comune e non a un processo di evoluzione artistico. Dovremmo non riconoscere come arte la musica di Lennon e McCartney, quella di Page, di Dylan, di Springsteen di …
Ecco perché è importante trovare il modo di orientarci in questo mondo musicale così poliedrico che dalla seconda metà del XX secolo affascina, con i suoi suoni, le orecchie del mondo.

Un elenco possible: Country rock, Beat, Blues rock, Hard rock, Acid rock, Psychedelic rock, Jazz rock, Progressive rock.

Il ... problema Rock

Stili del rock
Autori

Country rock
--> M
r. Tamburine Man
Beat
-->
Blues rock
-->
Hard rock
-->
Acid rock
-->
Psychedelic rock
-->
Progressive rock
-->
Jazz rock

-->

 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu