Harrison - Lem56

Vai ai contenuti

Menu principale:

Harrison

contemporanea > Beatles > Beatles...biografie
 
 
 
 
 
 

George Harrison

Il più giovane dei Beatles, nasce il 25 Febbraio 1943 a Liverpool.
George frequentò prima la Dovedale Primary School, nella quale studiò anche John Lennon, successivamente al Liverpool Institute, dove conobbe Paul McCartney.
George e Paul prendevano lo stesso autobus per andare a scuola e ben presto scoprirono la stessa passione per la musica e la chitarra. Ogni giorno spendevano parecchie ore a suonare insieme fino a quando, nel 1956, Paul presentò il quattordicenne George ai Quarry Men. Troppo giovane per far parte del gruppo, sedeva in un angolo della sala ad ascoltarli abbracciando la sua chitarra e partecipando di tanto in tanto quando il chitarrista titolare non era disponibile finchè divenne componente fisso del gruppo, che prese il nome di "Johnny and the Moondogs".
 La prima canzone scritta da George e che appariva in un album dei Beatles fu Don't bother me. George perse la più grande apparizione dei Beatles in America all’"Ed Sullivan Show" il 9 Febbraio 1964, a causa di una malattia alla gola. Nei mesi successivi, durante la registrazione del film A hard day’s night, si innamorò della modella Patty Boyd che sposò il 21 Gennaio 1966. George comincia a trascorrere molto del suo tempo a leggere e studiare sanscriti ed i trattati religiosi indiani. Le composizioni che più rappresentano il cambiamento di George in quel periodo furono cronologicamente Love you to, Within you without you e The inner light la cui base musicale fu registrattta interamente a Bombay con musicisti del posto.
E' con Abbey Road, l’ultimo album "felice" composto dai Beatles, che George dimostra ancora una volta tutta la sua bravura e genialità in brani come Something, il brano più coverizzato dei Beatles insieme a Yesterday e Here comes the sun in cui viene utilizzato per la prima volta dal quartetto il "Moog".
Organizzò a New York un concerto di beneficenza con molte star della musica per raccogliere fondi per il Bangladesh, dove molte persone stavano morendo di fame a causa della guerra civile.Il disco registrato in quell'occasione raggiunse il primo posto nella classifica britannica e vinse un "Grammy Award".
Nel 1974 George occupò il primo posto delle classifiche sia con il singolo Give me love.
Oltre a lavorare con Ringo, lanciò la sua nuova etichetta discografica, la "Dark Horse", e si imbarcò anche in un disastroso tour statunitense che venne distrutto dai critici. Di lì a poco avrebbe perso la moglie, Patty Boyd, innamorata dell’amico Eric Clapton.
Nel 1976 un tribunale americano stabilì che il brano My sweet Lord era un plagio di He’s so fine, una canzone portata al successo nel 1963 da un gruppo femminile statunitense, "The Chiffons".
Fu sempre molto riservato. Si sposò nuovamente e quando la seconda moglie, Olivia Arias, nell’Ottobre del 1978 gli diede un figlio, Dhani, sembrò che George fosse finalmente felice, sicuro e realizzato.
Il "mite" George venne a mancare il 29 Novembre 2001 a causa di un tumore al cervello.

 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu